LABORATORIO INTELLIGENZE MULTIPLE. 5º SEDUTA. IM CORPOREO-CINESTESICA

Grazie a la Scuola Materna Nido Il Girasole, proseguiamo con il laboratorio di 8 sedute per bambini di 4 a 6 anni sulle Intelligenze Multiple. Puoi leggere sulle Intelligenze Múltiple e la prima seduta qua.  Per il resto delle sedute visita la pagina generale del blog.

La teoría di Howard Gardner sulle Intelligenze Multiple promuove non una ma nove tipi di intelligenza (fino al momento, visto che sta individuando altre):
– Naturalistica
– Logico – matematica
– Spaziale
– Corporeo – cinestesica
– Musicale
– Interpersonale
– Intrapersonale
– Linguistica

QUINTA SEDUTA. INTELLIGENZA CORPOREO-CINESTESICA

Questo è l’intelligenza del corpo, del movimento. E l’intelligenza del atleta, attore, del mimo, del chirurgo. Coinvolge la destrezza muscolare, sia la grossolana come la motricità fina.

I bambini con questo tipo di intelligenza, imparano meglio muovendosi, agendo, usando i loro sensi, partecipando. Questo è il loro modo di interiorizzare la informazione.
Un bambino con intelligenza corporeo a cui si chiede di essere immobile, è come coprirli gli occhi.
Loro prendono ed esprimono la informazione del mondo quando muovono tutto il loro corpo.

Il suo cervello si accende quando vengono messi “al lavoro”, quando agiscono, e rimane acceso per imparare altre cose

Forse questa intelligenza è la meno compresa e accettata nel settore educativo. Spesso, i bambini con intelligenza corporeo-cinestesica, sono esposti a sistemi educativi che non corrispondono con la loro “modalità di apprendimento”-
Con facilità, dice Thomas Armstrong, questi bambini finiscono per essere classificati erroneamente come sindrome di attenzione disseminata o dispersa, o TDHA.

Thomas Armstrong, racconta una storia: “Un gruppo di animali che decisero di fondare una scuola. Il programma dovrebbe includere: l’arrampicata, volare, correre, nuotare, scavare… Dopo molto discusso, non hanno potuto raggiungere un accordo su quello che sarebbe la roba più importante, così hanno deciso che tutti gli studenti avrebbero seguito lo stesso curriculum.

Immaginate l’aquila? Con un eccellente volo attraverso le nuvole, la pianificazione, la distribuzione delle sue ali. Lei era sicura che lo faceva molto, molto bene e così ha ricevuto credito e feedback da tutto il gruppo. Ma quando si trattava di materia di scavo, si è scoperto che tutti i suoi movimenti motore erano inadeguati, così è stata assegnata a una classe speciale per superare i suoi difetti. L’esperienza ha segnato in modo così drammatico l’aquila che mai più ha tornato a volare come sapeva.
Il coniglio faceva delle corse magnificamente, ma quasi viene soffocato quando entrò a classe di nuoto. L’esperienza è stata così difficile e frustrante per lui che mai più ha tornato a correre bene.
E questa è la triste storia del resto del gruppo…”

Questa immagine potrebbe bene riassume questa storia:

 

Continuando il cerchio delle parole che abbiamo aperto l’scorsa settimana. Oggi, cominciamo ancora tutti seduti insieme intorno al nostro sole, a leggere e creare dibattito.

In questa occasione, abbiamo letto la storia di tre donne, tre ragazze hanno fatto irruzione e hanno sfidato le regole e le norme stabilite del suo tempo. Tre donne con intelligenza corporeo-cinestetica. (Estratte dal libro “Storie della buona notte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie”) L’idea di base è la stessa che stiamo già lavorando fin dal primo incontro: capire che siamo tutti intelligenti, ma in un modo diverso agli altri:

Alfonsina Strada, ciclista, prima donna a gareggiare nel Giro d’Italia maschile nel 1924. Dei 90 partecipanti, solo 30 hanno finito la gara, ed Alfonsina era uno di loro.
Mary Edwards Walker, un chirurgo, che ha studiato all’inizio del ventesimo secolo, divenne un famoso chirurgo, e portava i pantaloni perché era più comodo.
Michaela Deprince, ballerina, orfana, è stata adottata all’età di 5 anni insieme alla sua migliore amica presso l’orfanotrofio. Michaela soffriva di vitiligine, una malattia della pelle che la riempiva di macchie bianche tutto il collo e al torace (essendo nera). Sua madre adottiva, ha realizzato della sua passione per la danza e oggi è diventata Ballerina del Balletto Nazionale Olandese.

E anche oggi si ha creato un bel dibattito. Alfonsina e la sua bicicleta è stata così vicina per i bambini, che l’hanno capito subito. Da Mary gli è sembrato strano che si vestiva come un uomo perché era più comodo…Da Michaela hanno apprezzato la sua belleza e la sua passione….I bambini sono rimasti davvero attratti della storia di queste donne.

Dopodiché, i bambini hanno partecipato a una Gymkana. Ci sono diverse tecniche che si possono usare con i bambini con intelligenza corporeo-cinestesica per stimolare l’apprendimento di cose nuove. Ma in questa seduta abbiamo voluto far prevalere uno dei obiettivi principale in questo laboratorio: l’emozione, il divertimento. C’erano diverse prove che i bambini dovevano risolvere prima di poter continuare il traguardo.

 

In questa Gymkana si doveva prima saltare su un tappeto morbido, per poi arrivare alla Macchina delle Somme (quella che i bambini hanno costruito nella seconda seduta) e risolvere una somma (matematiche).

Dopo i bambini dovevano saltare attraverso gli anelli mantenendo l’equilibrio, attraversare il tunnel, per poi arrivare a una attività di motricità fina (Infilare delle corde in un panello, motricità fina), e in fine, dopo superare delle sbarre da saltare, c’era il bruco dei colori (imparando patroni e modelli).

 

Devo confesare che è stato divertente e complicato allo stesso tempo. Ai bambini piace tanto una attività sportiva, che esce del solito stare seduto. Dal primo momento che hanno visto la Gymkana hanno proprio impazziti.  Dopo il laboratorio, ho fatto un video con una bambina sola per poter capire bene il senso del percorso e la attività:

Dopo la Gymkana, il livello di agitazione era alto. Per abbassarlo a poco a poco, abbiamo prima fatto un’attività fisica di collaborazione: in un cerchio tenendosi per mano, i bambini devono passare attraverso i loro corpi un aro, senza usare le mani, solo con il movimento del suo corpi. Per raggiungere questo obiettivo, ci serviva bisogno del aiuto del partner.

 

Infine, tutti seduti, abbiamo fatto due minuti di mindfulness, prendendo consapevolezza della respirazione, guardando come la nostra pancia si gonfia ed sgonfia con la respirazione. (intelligenza corporeo e intrapersonale).

Attività per stimolare l’intelligenza corporeo-cinestesica:

1. Attività di tipo sportivo.
2. Interpretazioni di un’idea con movimento fisico, ballo, ecc.
3. Sculture o strutture con persone o cose per esprimere un’idea, un concetto o processo.
4. Danza Creativa: creare una coreografia per dimostrare la comprensione di un concetto, un’idea o un processo.
5. Indagini e grafica umano: creare una linea: da una parte chi è d’accordo e dall’altra, quelli che non sono d’accordo, con un concetto, un’idea o un processo.
6. Creare, costruire qualcosa che dimostra un concetto, un’idea o un processo (un modello per dimostrare come funziona qualcosa).
7. Role play-mimo-teatro  per esprimere un’idea, un concetto o di processo storie.
8. Giochi sportivi: creare giochi competitivi basati sulla conoscenza specifiche su un concetto, un’idea o un processo.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *