LABORATORIO PER BAMBINI 3-6 ANNI. LA LUCE DELLE EMOZIONI

IL MONDO DELLE EMOZIONI, SECONDO NOI.

Mescolare luce ed emozioni, si può? Certo che si! Anzi, non si potrebbe non farlo!

Il mondo è composto di emozioni, e questo il bambino lo sa bene.

Infatti, noi adulti abbiamo dimenticato modi di sentire che il cuore del bambino conosce ancora bene, anche se, nella vita veloce di oggi, magari gli mancano degli spazi protetti per esprimersi in calma e tranquillità. Ed ecco qui che nasce questo laboratorio, mettendo insieme strumenti come il tavolo della luce, la lavagna luminosa, storytelling, strumenti rispettosi di Disciplina Positiva come il cerchio della parola…tutto al servizio del bambino e delle sue emozioni.

Parleremo un giorno di tristezza, un altro di paura, un altro di allegria? ASSOLUTAMENTE NO...perché nel cervello le emozioni non sono divise in compartimenti stagni, ma tutto è un po’ mescolato. Si può avere una tristezza allegra, o una rabbia paurosa, magari un’ invidia felice…

Quindi, cercheremo di capire cosa sta accadendo dentro noi stessi. Perchè se io sono in grado di capire come mi sento, potrò imparare anche strumenti interni per gestire le mie emozioni, e il mio cervello sarà in grado di fare le connessioni neuronali necessarie per capire anche cosa sta succedendo alla persona che c’è di fronte a me. Questo accade quando il bambino, grazie all’età neuronale e alle esperienze vissute,  arriva alla capacità empatica. L’empatia, insieme alla responsabilità e all’autonomia, sono le conseguenze della capacità di gestire le proprie emozioni e sono delle abilità fondamentali di vita per il  futuro personale e anche professionale della persona.

Ed è per questo che la fascia d’età 3-6 anni diventa anche il momento migliore per costruire delle solide basi in questo senso.

QUANDO: 4 sedute: 18 e 25 Novembre, 2 e 16 Dicembre. Ore 11.

DOVE:  Scuola Materna Il Girasole. Via. G. Mazzini, 131. Travedona Monate. 

DURATA: 1 ora ogni seduta.

GRUPPI: Gruppi ridotti di 6 bambini.

PREZZO: 60 euro il percorso completo di 4 sedute. 

INFO E PRENOTAZIONI: NFeducando@gmail.com     Telefono 388 453 6361

L’unione tra le emozioni e l’esperienza con la luce crea sempre momenti magici, che dividiamo in tre tempi:

  • Accoglienza e Storytelling.
  • Tempo di esplorazione e lavoro libero attraverso l’Atelier “Le luci delle emozioni”
  • Cerchio della parola e addio.

Lo Storytelling:

Seduta 1. Attraverso una magica storia si parlerà “senza nominare” della perdita, del buco che questa perdita ci può lasciare, dell’incomprensione, l’agitazione e la confusione nel non capire cosa accade dentro di noi, della tristezza, ma anche della speranza, del nostro mondo magico interiore e di quello degli altri…

Seduta 2.  Il sentire dell’amicizia, la collaborazione, il lavoro in squadra, l’allegria dell’essere insieme, di sentirsi utili, fino a capire in modo intuitivo cos’è un vero senso di appartenenza al gruppo.

Seduta 3. Esploriamo il mondo della rabbia e la frustrazione come parte della vita, parte necessaria e positiva per capire cosa davvero accade nel più profondo di me, ma anche come le mie emozione influiscono sugli altri, e viceversa.

Seduta 4. Proviamo il mondo magico dell’ illusione, la sorpresa, l’attesa, i sogni, la fantasia e l’immaginazione, attraverso uno storytelling e gli strumenti di luce magici e sorprendenti, dove i bambini rimarranno a bocca aperta e daranno via libera all’immaginazione.

L’Atelier:

Che cos’è un Atelier della luce?

L’idea dell’Atelier esperienziale è di ispirazione Malaguzziana (attraverso i 100 linguaggi dei bambini del Pedagogista Loris Malaguzzi) ed è un laboratorio creativo basato sul principio di pedagogia attiva del filosofo e pedagogista John Dewey, in cui il bambino è considerato il protagonista principale.

Il ruolo dell’educatore durante l’Atelier è di sostegno alla sperimentazione personale di ciascun bambino. Egli pone domande e incoraggia il bambino nelle sue personali teorie, scoperte e sensazioni.

Qual è la connessione tra emozioni, luce e Atelier?

Siamo profondamente convinte che questo tipo di proposta esperienziale favorisca l’esplorazione del proprio sentire attraverso un canale diverso dal solito e allo stesso tempo rassicurante e attraente come la luce. La luce è calore, è magia, è stupore, è ricerca.

La luce è anche un ottimo canale di movimento: è cangiante, si trasforma, non è mai la stessa. E così potrà essere il bambino stesso durante l’esperienza: libero di esplorare le varie proposte e materiali, di scegliere, di cambiare idea e di muoversi nello spazio a seconda dei suoi ritmi e tempi, in una comunicazione costante tra se stesso, il proprio sentire emozionale e l’ambiente che lo circonda.

Come si svolge l’Atelier?

In una sala oscurata i bambini a piccoli gruppi fanno esperienza della luce e delle ombre attraverso un tavolo della luce, una lavagna luminosa e una lavagna con carta fosforo e torce appositamente progettata e realizzata per questo tipo di laboratorio.

I materiali utilizzati sono materiali di recupero e destrutturati, di diverse forme e colori, che permettono di sperimentare il concetto di trasparenza, di luce e di ombra: tubi di plastica trasparente, contenitori di varia grandezza, cannucce colorate, sagome varie (personaggi di fantasia, numeri in legno, forme geometriche), lenti di ingrandimento, torce, cd vecchi.

Verranno anche messi a disposizione materiali destrutturati che i bambini potranno costruire e assemblare con forbice, colla e colori a seconda del loro interesse e della loro personale espressione creativa.

Il Cerchio della Parola:

Che cos’è un Cerchio della Parola?

Assemblea basata sulla Disciplina Positiva. È un Momento per raccogliere, per parlare, per contenere, per condividere ciò che si è vissuto e provato, insieme agli altri o in modo individuale (se si preferisce), in un ambiente sicuro, calmo e protetto, senza giudizi esterni. È anche un momento per scoprire qualche strumento da utilizzare al di fuori il laboratorio in relazione con la propria gestione delle emozioni.